Lavorare in Startup: Pro e Contro

Home Lavorare in Startup: Pro e Contro
Lavorare in Startup: Pro e Contro
| 15 Marzo 2022 | Pubblicato in Professional Empowerment Professional Empowerment

Quali Competenze Sono Necessarie per Lavorare nelle Startup Migliori d’Italia nel 2022

Ad oggi sono molti i giovani che desiderano avviare o lavorare per una startup e quindi è importante non solo conoscere gli elementi che la caratterizzano, ma anche essere preparati a cosa significa davvero lavorare per una startup con tutti i suoi pro e contro. In questo articolo mostreremo quali sono le ragioni per cui in tanti vogliono lavorare in startup, i principali vantaggi e svantaggi, qual è lo stipendio di un dipendente startup e di uno startupper e quali le competenze necessarie per farsi assumere.

Lavorare in Startup

Cos’è una Startup? Significato e Definizione

Dato il grande aumento di giovani interessati ad avviare o a lavorare per una startup e il numero cresce di offerte per lavorare in startup, è importante definire gli elementi che caratterizzano questa particolare tipologia di imprese innovative. Cosa significa startup? Per molti, il significato di startup è quello di un’impresa di piccole dimensioni o appena nata, ma in realtà non è esattamente così. Per capire meglio cos’è e cosa significa startup, partiamo dalla definizione che ci fornisce Eric Ries, imprenditore americano e pioniere del movimento lean startup: “Una startup è un’organizzazione umana progettata per creare un nuovo prodotto o servizio in condizioni di estrema incertezza”. In questa definizione l’autore pone un accento sul carattere innovativo del modello di business alla base della startup. Possiamo dunque definire la startup come un’organizzazione temporanea progettata per ideare un business model scalabile e ripetibile con al centro l’innovazione di un prodotto o servizio. Le caratteristiche di ripetibilità e scalabilità sono alcuni degli elementi peculiari delle startup: nel paragrafo successivo tratteremo più nel dettaglio tutti gli elementi distintivi dell’organizzazione. Nel frattempo, se desiderate sapere di più su cos’è una startup e su come crearne una, vi consigliamo la lettura del nostro articolo “Cos’è una Startup: Significato, Requisiti e Caratteristiche”.

Elementi Chiave di una Startup

Nel paragrafo precedente, con la definizione di startup fornita da Eric Ries sono emersi due degli elementi chiave per definire un’organizzazione “startup”: scalabilità e replicabilità. Per definirsi tale, una startup deve essere infatti:
  • Scalabile. Come sappiamo le startup hanno una quantità di risorse limitata tale da rendere necessari diversi smoke test prima del lancio del prodotto. La scalabilità consiste quindi nella capacità di quest’ultima di crescere in maniera esponenziale utilizzando le poche risorse disponibili;
  • Ripetibile. Per “ripetibile” o “replicabile” si intende la capacità del modello di business della startup di essere ripetibile nei suoi processi, una volta validato sul mercato in piccola scala, e replicabile in diversi archi temporali e in diverse aree geografiche.

Il Digital Camp di Bari per i bambini è tornato con la sua quinta edizione! Durante il corso di robotica, tua/o figlia/o imparerà le basi della programmazione e della costruzione di un vero robot funzionante, dando pieno sfogo alla creatività e acquisendo competenze sempre più richieste. Compila il form qui sotto per ricevere maggiori informazioni!
13 Giugno - 01 Luglio

Digital Camp Bari

  • Partecipazione: 129€
Scopri di più

Differenza tra Startup e Multinazionale

La differenza tra una startup e una multinazionale sembra evidente, ma attenzione, non riguarda unicamente la dimensione dell’impresa. Come sappiamo, le startup sono realtà dalle limitate disponibilità economiche, caratteristica che si ripercuote sullo stipendio dei lavoratori in startup e sulla loro “stabilità” economica, fattore che tuttavia non scoraggiano i giovani a realizzare un efficace curriculum per startup per iniziare la loro carriera lavorativa all’interno dell’impresa innovativa. Se l’idea di business su cui è fondata la piccola impresa non è supportata dalle richieste del mercato, la startup rischierà di fallire in breve tempo come emerso da uno studio condotto da CB insights secondo il quale il 67% delle startup falliscono o riescono a stento a rimanere autosufficienti. I motivi per cui le imprese innovative falliscono sono molteplici: scoprili nel nostro articolo di blog “Perché le Startup Falliscono? Le Cause Principali”, in cui vengono analizzate le principali ragioni che portano la grande parte delle startup a rinunciare ai loro progetti di crescita. Al contrario, una multinazionale è tale anche per la sua consolidata posizione sul mercato nazionale e internazionale. Questa solidità non solo consentirà una maggiore stabilità lavorativa, ma anche migliori salari per chi vi lavora e la possibilità di realizzare investimenti in ricerca e sviluppo. Ragazzi che Lavorano per Una Startup

Perchè Lavorare in una Startup? Pro e Contro

Sappiamo bene quanto per molti sia allettante l’idea di lavorare in una realtà in costante evoluzione e piena di stimoli, che allo stesso tempo richiede tanta energia e passione, oltre alla capacità di far emergere le proprie soft skills. In questo paragrafo vogliamo illustrarvi i pro per cui conviene lavorare in una startup ma anche i lati negativi, che spesso non vengono presi in considerazione dai tanti giovani che cercano lavoro nelle startup e nelle nuove realtà imprenditoriali.

Vantaggi

Lavorare in una startup presenta numerosi vantaggi, non solo per la possibilità di acquisire e consolidare preziose competenze trasversali e soft skills da inserire nel curriculum. I pro sono:
  • Orari flessibili. Avere orari flessibili e, in molti casi, la possibilità di lavorare in startup da casa rappresenta un grande vantaggio per chi vuole ottimizzare il tempo impiegato a raggiungere l’ufficio;
  • Potenziale aumento dello stipendio. Come sappiamo lavorare in una startup appena creata, con gli alti costi e le risorse limitate, non vi garantirà un’alta retribuzione, almeno non da subito. Per lo startupper lo stipendio è spesso esiguo, e può iniziare a percepirlo solo dopo diverso tempo dall’avvio del progetto. Tuttavia, se — come ci auguriamo — la startup dovesse avere successo, ad un aumento delle entrate, vendite e finanziamenti corrisponderà anche un aumento del salario di chi ha da subito contribuito allo sviluppo dell’idea;
  • Formazione sul campo. Uno dei vantaggi principali del lavorare per una startup consiste nello sviluppare una moltitudine di soft skills come l’attitudine a lavorare in team, al problem solving, svolgere diverse attività in contemporanea, che permetteranno di arricchire il vostro curriculum con l’aggiunta di nuove competenze digitali;
  • Ambiente di lavoro informale. Le startup, dato il numero ristretto di collaboratori, sono da sempre considerate un ambiente informale in cui poter sviluppare legami professionali e, in alcuni casi, grandi amicizie.

Svantaggi

Dopo aver analizzato i vantaggi, è il momento di guardare all’altra faccia della medaglia e quindi analizzare insieme quali sono i contro nel lavorare in una startup. Questi possono essere:
  • Precarietà del lavoro. Come sappiamo, la grande maggioranza delle startup sono destinate a fallire e pertanto lavorare in un ambiente lavorativo così incerto comporta una considerevole precarietà del lavoro;
  • Realtà in costante mutamento. Chi lavora in una startup deve essere necessariamente improntato al cambiamento. Essendo una realtà in continuo mutamento, lavorare in una direzione opposta all’andamento della startup a causa di cambiamenti di strategia, mansioni e ruoli all’interno della piccola impresa, potrebbe causare rallentamenti e alla crescita professionale del dipendente, e della stessa startup;
  • Bassi stipendi. Sappiamo benissimo che le startup sono realtà caratterizzate da una bassa disponibilità di risorse economiche e pertanto non possono garantire un’alta retribuzione, fattore che per molti ha un peso specifico non indifferente; sia lo stipendio dello startupper che quello del dipendente della startup (sebbene questi abbia più garanzie) dipendono dal successo del progetto.
Pro e Contro di Lavorare per una Startup

Competenze e Qualità che si Sviluppano Lavorando per una Startup

Lavorare per una startup permette sicuramente di sviluppare delle particolari soft e hard skills utili nel mondo del lavoro e non solo. Si tratta inoltre di competenze e abilità “semplici” da acquisire se “costretti” a lavorare in una realtà dinamica come una startup e, al contrario, difficili da assimilare se si lavora per una grande azienda o multinazionale. Alcune delle qualità e competenze che si possono sviluppare sono:
  • Sinergia e collaborazione con i dipendenti dei diversi asset. Lavorando per una startup imparerai a lavorare in team per il conseguimento di un obiettivo comune, spesso avendo a che fare con mansioni e attività che non rientrano nei compiti iniziali e per cui dovrai collaborare sinergicamente con gli altri reparti;
  • Autonomia nello svolgere diverse attività. Spesso lavorando in una realtà di piccole dimensioni come una startup, ci si ritrova a ricoprire più ruoli con mansioni da svolgere nel più breve tempo possibile. Data la limitata quantità di risorse umane, chi lavora per una startup dovrà imparare a svolgere autonomamente diversi compiti che molte volte non corrispondono al proprio ruolo.
  • Capacità comunicative. A causa della necessità di doversi interfacciare con mansioni aziendali non strettamente collegate alle proprie, è necessario saper comunicare in modo chiaro ed efficace con colleghi, clienti e stakeholders della startup con grande precisione per evitare ulteriori problematiche;
  • Creatività. Le piccole sfide sono all’ordine del giorno per chi lavora per una piccola realtà come una startup. Il dover affrontare nuovi problemi ogni giorno ti porterà a cercare soluzioni nuove e originali per trovare rimedi a situazioni di crisi e cambiamento dovute all’ambiente fortemente dinamico.

Sono aperte le iscrizioni al Digital Camp 2022 di Bari per i bambini di tutte le età! Durante la settimana dei campi estivi a Bari i tuoi bambini impareranno a costruire dei veri robot, sperimentando e giocando, in un clima divertente e stimolante. Compila il form di pre-iscirizione e la nostra coordinatrice ti contatterà per darti tutte le informazioni necessarie alla partecipazione di tuo/a figlio/a.
13 Giugno - 01 Luglio

Digital Camp Bari

  • Partecipazione: 129€
Scopri di più

Lavorare in Startup come Founder, Manager e Dipendente: Pro e contro

Pur essendo una realtà lavorativa di piccole dimensioni, all’interno di una startup è possibile trovare lavoratori che ricoprono diversi ruoli, ciascuno con i relativi pro e contro. Le figure professionali che analizzeremo sono: il founder, il manager e l’impiegato.

Founder

Il founder della startup, ovvero lo startupper, è colui che decide di fondare questa realtà per mettere in pratica la sua idea di business come soluzione a un bisogno riscontrato nel mercato. I vantaggi nel ricoprire questo ruolo sono:
  • Poter lavorare con passione e dedizione al tuo progetto;
  • Poter scegliere i collaboratori con cui lavorare e formare il tuo networking;
  • Immergersi in una realtà nuova e che possa consentirti di apprendere nuove skills con molta rapidità;
  • Essere l’artefice e l’ideatore di una nuova soluzione nel mondo.
Come sappiamo, un ruolo di grande responsabilità come questo comporta anche diversi svantaggi come:
  • Rischio di influenzare la vita privata con le preoccupazioni derivanti dal lavoro;
  • Grandi quantità di stress;
  • Grande impiego di risorse economiche;
  • Possibilità di lavorare per molto tempo e con grande sacrificio ad un progetto che ha poche possibilità di avere successo.

Manager

Il manager, all’interno di una startup, è colui che subito dopo il founder ricopre un grande ruolo dal punto di vista decisionale e gestionale. Anche qui i vantaggi sono molti, tra i quali:
  • Possibilità di sviluppare diversi contatti lavorativi e ampliare il proprio network;
  • Salario e benefit tendenzialmente più alti;
  • Maggior tempo libero, rispetto al founder, per la propria vita privata;
  • Potere decisionale all’interno della startup.
Tra gli svantaggi più comuni per chi ricopre il ruolo di manager troviamo:
  • Essere il primo responsabile delle conseguenze di errate decisioni gestionali;
  • Rischio di lavorare per una startup che è destinata a fallire;
  • Dover avere un bagaglio di competenze già abbastanza ampio per ricoprire il ruolo manageriale.

Dipendente

Si tratta di una figura professionale che ha preso la decisione di lavorare per una startup con un progetto di business che lo convinca a farne parte, ricoprendo spesso ruoli e mansioni non strettamente inerenti al ruolo iniziale. Tra i vantaggi troviamo:
  • Retribuzione stabile e non influenzata dal rendimento della startup;
  • Possibilità di ampliare le proprie competenze e soft skills;
  • Poter ampliare la propria rete di network;
  • Maggior tempo a disposizione da dedicare alla propria vita personale.
Tra i principali svantaggi nel ricoprire il ruolo di dipendente all’interno di una startup troviamo:
  • Instabilità del lavoro dovuto a possibili tagli del personale o carenza di risorse economiche;
  • Subire in prima persona le conseguenze di errate decisioni gestionali da parte dei manager;
  • Minor controllo e libertà sulle proprie mansioni.
Ragazza che Lavora in una Startup

Qual è lo Stipendio di un Dipendente per Startup? E di Uno Startupper?

Definire qual è lo stipendio medio di un dipendente per startup non è affatto semplice in quanto esistono numerose variabili che influenzano la previsione degli stipendi di startup, impedendo di avere uno standard retributivo su cui potersi basare. Lo stesso vale per lo stipendio di uno startupper, che essendo a capo del progetto spesso deve rinunciare al proprio salario per sostenere i costi dell’attività. Nonostante ciò, è possibile affermare con sicurezza che, qualora si tratti di una startup che si trova nella fase iniziale del proprio ciclo di vita, è molto probabile che abbia una quantità di risorse economiche limitata, tale da non poter garantire un alto stipendio ai propri dipendenti. Purtroppo si tratta di una condizione comune alla stragrande maggioranza delle startup, pertanto se la vostra esigenza primaria riguarda l’aspetto economico, un lavoro da dipendente per startup non è consigliabile.

Migliori Startup con Offerte di Lavoro in Italia nel 2022

Il mondo delle startup è caratterizzato da un ambiente lavorativo fortemente dinamico, tale per cui ogni giorno nascono e falliscono decine di startup in tutta Italia. Ciononostante, in quest’ultimo paragrafo vogliamo segnalare le migliori startup con offerte di lavoro aperte in Italia nel 2022, in modo da facilitare la ricerca di chi non sa come trovare un lavoro in startup. Di seguito un elenco con le migliori startup con posizioni aperte in Italia:
  • Your True Italy. Si tratta di una piattaforma digitale di consulenza per viaggi in Italia gestita da due guide locali, che si occupa di supportare la pianificazione completa di itinerari e tour privati;
  • 3Bee. L’ecosistema del nostro pianeta è a forte rischio data la continua diminuzione di api che popolano il nostro pianeta. Le api sono sono responsabili di circa l’80% del cibo che mangiamo tutti i giorni e la loro scomparsa potrebbe causare ingenti danni al nostro ecosistema. La startup 3Bee offre la possibilità di adottare a distanza alveari hi tech in modo da contribuire alla sostenibilità della specie;
  • Competitoor. Il progetto alla base di questa impresa innovativa consiste in un servizio dedicato ai brand e agli e-commerce che intendano monitorare i prezzi della concorrenza per proteggere il loro valore e creare prezzi dinamici in grado di aumentare il fatturato e i margini di guadagno;
  • Satispay. Alla base di Satispay vi è la volontà di offrire agli utenti la possibilità di trasferire denaro ai propri contatti ed effettuare acquisti nei negozi con grande semplicità, proponendosi come pionieri di una grande rivoluzione dei pagamenti istantanei;
  • IoAgri S.R.L. La startup IoAgri offre ai propri utenti un software gestionale in grado di registrare tutti gli interventi svolti, controllare i costi e i ricavi e tracciare tutti i processi di lavorazione dei prodotti agricoli offerti;
  • Feat Food S.R.L. L’intento alla base del progetto di Feat Food è quello di offrire piatti pronti e freschi per chi intendo seguire un’alimentazione controllata, creando un piano alimentare personalizzato e consegnando settimanalmente gli alimenti necessari alla preparazione dei piatti consigliati;
  • Cyclando. La startup cyclando offre la possibilità di organizzare tour in bici per ammirare i paesaggi, piccoli borghi e le città d’arte di tutta Europa. Offre soluzioni personalizzate e tour o escursioni di gruppo.

Sei alla ricerca di un’ambiente che permetta ai tuoi bambini di apprendere divertendosi? Digital Camp è il campo estivo per bambini dagli 8 agli 11 anni in cui imparare a costruire e programmare i loro primi robot costruiti con i Lego! Le pre-iscrizioni per i Campi Estivi a Bari sono finalmente aperte. Cosa aspetti?
13 Giugno - 01 Luglio

Digital Camp Bari

  • Partecipazione: 129€
Scopri di più

Articoli Correlati

0 0 votazioni
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Potrebbe interessarti anche...

Competenze Più Richieste nel Mondo del Lavoro

Competenze Più Richieste nel Mondo del Lavoro e Come Acquisirle

| 22 Giugno 2022

Quali Sono le Competenze Più Richieste: Elenco Completo Il mercato del lavoro sta vivendo dei grandi cambiamenti, guidati dalla pandemia […]

Leggi di più… from Competenze Più Richieste nel Mondo del Lavoro e Come Acquisirle

skill mismatch copertina articolo blog

Skill Mismatch: Cos’è, Significato e Soluzioni

| 17 Giugno 2022

Cos’è lo Skill Mismatch, la Situazione in Italia e Come Risolverlo Lo skill mismatch è, al giorno d’oggi, uno dei […]

Leggi di più… from Skill Mismatch: Cos’è, Significato e Soluzioni