Perché Dovremmo Scegliere Te? Come Rispondere in un Colloquio

Home Perché Dovremmo Scegliere Te? Come Rispondere in un Colloquio
Perché Dovremmo Scegliere Te? Colloquio
Perché Dovremmo Scegliere Te? Come Rispondere in un Colloquio
| 2 Settembre 2022 | Pubblicato in Professional Empowerment Professional Empowerment

Come Rispondere alla Domanda “Perché Dovremmo Assumerti?”

Una delle prassi comuni dei recruiter è quella di somministrare, in fase di colloquio, le cosiddette “domande trabocchetto”, che potrebbero mettere in difficoltà i candidati più impreparati. Tra queste c’è sicuramente la domanda “perché dovremmo assumerti?” o “perché dovremmo scegliere lei?”. Nonostante sia così frequente, ancora oggi non tutti i candidati si preparano adeguatamente a questa domanda prima di affrontare un colloquio di lavoro. Sono domande pericolose, ma che possono anche trasformarsi in un’opportunità da cogliere per emergere e distinguersi dagli altri candidati. In questo articolo ti daremo dei pratici consigli sul come prepararti e su cosa dire e non dire quando ti viene posta una delle classiche domande da colloquio.

Perché Dovremmo Scegliere Te? Come Rispondere

Perché Viene Fatta Questa Domanda?

La domanda “perchè dovremmo scegliere te?”, o “perché dovremmo assumerti” è tra le più frequenti in sede di colloquio e spesso pone il candidato in una situazione di imbarazzo. Tuttavia, esistono delle motivazioni ben precise per cui il recruiter, o startupper nel caso decidiate di lavorare in una startup, pone un quesito così “particolare”. Lo scopo non è sicuramente quello di farti ripetere quali sono le tue competenze e il percorso professionale svolto finora, elementi che trova già nel tuo CV, ma viene utilizzato per conoscere il candidato come persona e capire come si comporta in una situazione di stress o disagio. In realtà non esiste una risposta corretta alla domanda, ma sicuramente ci sono risposte e atteggiamenti che potrebbero scoraggiare il recruiter ad assumervi.

Come Rispondere: Consigli

Nella fase di colloquio il recruiter ha già studiato il vostro curriculum, conosce il percorso accademico e lavorativo fatto finora, e se siete stati selezionati per la fase successiva vuol dire che il CV è riuscito ad emergere e a risultare interessante. Durante il colloquio l’obiettivo del selezionatore delle risorse umane è quello di conoscere il candidato sotto l’aspetto umano, capire in che modo si comporta in seguito a determinate situazioni di stress e se possiede le competenze trasversali, o soft skills, inserite nel curriculum. Per questo motivo bisognerà rispondere alle domande che vengono poste in maniera concisa ed efficace, mostrando sicurezza e fiducia in se stessi e servirà pertanto prepararsi adeguatamente su cosa fare e non fare quando ci viene chiesto “perché dovremmo scegliere te?”.


Il Digital Camp di Bari per i bambini è tornato con la sua quinta edizione! Durante il corso di robotica, tua/o figlia/o imparerà le basi della programmazione e della costruzione di un vero robot funzionante, dando pieno sfogo alla creatività e acquisendo competenze sempre più richieste. Compila il form qui sotto per ricevere maggiori informazioni!
13 Giugno - 01 Luglio

Digital Camp Bari

  • Partecipazione: 129€
Scopri di più

Cosa Fare

Come già accennato non esistono risposte universalmente corrette al “perchè dovremmo scegliere te?” o “perché dovremmo assumerti?”. Possiamo però darvi dei suggerimenti utili che vi permettano di prepararvi a sufficienza affinchè possiate dare la miglior risposta e mostrare al recruiter che siete la giusta risorsa per la loro azienda.

Analizza l’Annuncio con Attenzione

Leggere con cura l’annuncio di lavoro è molto importante per capire quali sono le competenze più importanti e a cui dà maggior valore il recruiter in fase di colloquio. Così facendo potrai fare una selezione delle competenze possedute e a cui dare maggior rilievo nella risposta, in quanto utili a ricoprire il ruolo in azienda proposto.

Conosci Meglio l’Azienda

Ogni impresa ha una mission e vision che definiscono gli obiettivi dell’azienda. Conoscerli ti permetterà di includere nella risposta i motivi per cui i principi dell’azienda rispecchiano i tuoi valori personali e di come le competenze in possesso possano essere di grande aiuto il raggiungimento di questi ultimi.

Mostrati Proattivi

Un ottimo modo per colpire positivamente il tuo futuro datore di lavoro è mostrare in che modo potresti affrontare e risolvere un problema o un’esigenza che hai riscontrato con le tue abilità. Questo dimostrerà il reale possesso delle competenze menzionate nel curriculum, lo spirito di intraprendenza tipico degli intraprenuer e la grande voglia di iniziare.

Dimostra la tua Unicità

Dimostra come le tue abilità e competenze ti possano far emergere rispetto ai concorrenti e come ti rendano una risorsa unica e un grande valore aggiunto per l’impresa che ti assume. Ad avvalorare la tua unicità possono contribuire l’aver vissuto una particolare esperienza, l’aver lavorato all’estero o aver già ricoperto ruoli simili a quello proposto.

Rispondi con Sicurezza e con il Sorriso

Si sa che il linguaggio del corpo può dire molto di noi stessi e il responsabile delle risorse umane addetto ai colloqui è più che preparato a captare tutti i segnali non verbali che potrebbero trasparire nella risposta alla domanda “perché dovremmo assumerti?”. Pertanto sarà importante rispondere con il sorriso, mostrando serenità e sicurezza qualunque sia la risposta. Ricordiamo che a queste domande non esiste una risposta corretta ma è importante il modo in con cui si risponde.

Ragazza risponde alla domanda "Perché Dovremmo Scegliere Te?"

Cosa Non Fare

Se da un lato non esistono risposte universalmente corrette alla domanda “perchè dovremmo scegliere te?”, ci sono diversi comportamenti da evitare per far sì che non si venga subito esclusi dalla selezione.

Non Ripercorrere il Curriculum

Se stai sostenendo il colloquio probabilmente hai già superato un primo test di selezione dove il recruiter ha vagliato i curriculum dei candidati, compreso il tuo. In tal caso sarebbe inutile e controproducente ripercorrere le esperienze lavorative e il percorso accademico già ben presente nel CV.

Evitare di Essere Troppo Brevi o Prolissi

Esaurire la domanda con poche parole potrebbe dare una cattiva impressione al datore che si aspetta una risposta che argomenti le capacità personali e il modo in cui possano rappresentare un valore per l’azienda. Allo stesso modo essere troppo prolissi potrebbe risultare controproducente perché rischierebbe di annoiare l’interlocutore, il quale non presterebbe più attenzione alle tue parole.

Non Esagerare

Un aspetto molto importante consiste nell’essere totalmente sinceri. Limitati a parlare delle tue esperienze e a valorizzare i punti di forza che potrebbero risultare utili all’azienda. Esagerare potrebbe farti risultare poco affidabile e avere un effetto pessimo sul recruiter.

Evitare di Ostentare Eccessivamente le Proprie Qualità

Se è giusto valorizzare le proprie competenze, lo è altrettanto non esagerare e ostentarle eccessivamente. Dimostrati sicuro quando parli, rimanendo umile e semplice. Ricorda che spesso i recruiter non amano persone arroganti che potrebbero causare tensioni all’interno del gruppo, specie se la mansione lavorativa prevede il lavorare in un team.


Sono aperte le iscrizioni al Digital Camp 2022 di Bari per i bambini di tutte le età! Durante la settimana dei campi estivi a Bari i tuoi bambini impareranno a costruire dei veri robot, sperimentando e giocando, in un clima divertente e stimolante. Compila il form di pre-iscirizione e la nostra coordinatrice ti contatterà per darti tutte le informazioni necessarie alla partecipazione di tuo/a figlio/a.
13 Giugno - 01 Luglio

Digital Camp Bari

  • Partecipazione: 129€
Scopri di più

Come Risaltare le Proprie Abilità

Come già accennato, la fase di colloquio serve al datore di lavoro a conoscere meglio la persona dal punto di vista umano e a verificare le competenze trasversali che potrebbero renderlo un candidato ideale per la posizione lavorativa. In tal caso ti basterà dimostrare sicurezza e onestà nel raccontare le esperienze che ti hanno reso il profilo ideale per ricoprire il ruolo in azienda. Argomenta le tue abilità e punti di forza con esempi di come hai già avuto modo di applicarli nelle precedenti esperienze lavorative. Questo avvalorerà ulteriormente le tue unicità!

Come Valorizzare i Propri Punti Deboli

In questi casi più che chiedersi cosa rispondere alla domanda “perché dovremmo scegliere lei”, dovremmo domandarci come poter riuscire a valorizzare i nostri punti deboli. Sì, è anche questo ciò che vogliono sapere i recruiter quando pongono questa particolare domanda. Tutte le imprese vogliono avere un’immagine definita della personalità del candidato, che comprenda i pregi come i difetti. A tal motivo, vogliamo darti dei pratici consigli per rendere i tuoi difetti dei possibili punti di forza da valorizzare. Questi sono:

  • Sii sincero e ammetti i tuoi difetti;
  • Spiega e dimostra come sai imparare dagli errori commessi;
  • Evita di eccedere e sembrare che ti stia sminuendo. Ricorda che tutti hanno dei difetti;
  • Non utilizzare paragoni con altre persone.
Recruiter mentre svolge un colloquio

L’Importanza della Preparazione

Compresa l’importanza della fase di colloquio, dove molto probabilmente il datore o il software ATS avrà già effettuato una prima selezione dei curriculum e selezionato il tuo come possibile soluzione al ruolo vacante, è importante dare il massimo e confermare il possesso delle qualità e competenze utili a superare il processo di selezione. Essendo a conoscenza dell’alta probabilità che il recruiter ti possa porre domande come: “perché dovremmo scegliere te” o “perché dovremmo assumerti”, una preparazione adeguata assume un’importanza enorme ai fini del successo del colloquio. Con questo articolo abbiamo voluto porre l’attenzione su un elemento del colloquio fin troppo sottovalutato dei candidati, fornendo pratici consigli su cosa fare e non fare quando viene posta la “domanda trabocchetto”.


Sei alla ricerca di un’ambiente che permetta ai tuoi bambini di apprendere divertendosi? Digital Camp è il campo estivo per bambini dagli 8 agli 11 anni in cui imparare a costruire e programmare i loro primi robot costruiti con i Lego! Le pre-iscrizioni per i Campi Estivi a Bari sono finalmente aperte. Cosa aspetti?
13 Giugno - 01 Luglio

Digital Camp Bari

  • Partecipazione: 129€
Scopri di più

Articoli Correlati

0 0 votazioni
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Potrebbe interessarti anche...

Competenze Informatiche

Competenze Informatiche nel CV: Quali Inserire?

| 16 Settembre 2022

Cosa Sono le Competenze Informatiche e Quali Sono le Più Richieste Negli ultimi anni il mercato del lavoro sta vivendo […]

Leggi di più… from Competenze Informatiche nel CV: Quali Inserire?

Slash Worker

Slash Worker: alla Scoperta della Nuova Figura Professionale

| 22 Agosto 2022

Slash Worker: Chi è e Cosa Fa Il mercato del lavoro è caratterizzato da una forte dinamicità, complice la pandemia […]

Leggi di più… from Slash Worker: alla Scoperta della Nuova Figura Professionale